È un diritto avere un figlio all’età in cui si dovrebbe cercare una badante?

È un diritto avere un figlio all’età in cui si dovrebbe cercare una badante?

utero-affitto-india-70-anni-ansa

Articolo di Alfredo Mantovano pubblicato su Tempi il 26 maggio 2016.

Amritsar, Punjab, 11 maggio. Le agenzie informano che il 19 aprile Daljinder Kaur ha partorito un bambino con la fecondazione artificiale. E dov’è la notizia? Accade in tutto il mondo. I media però hanno ragione a interessarsi di lei: questa donna ha dato alla luce il suo piccolo alla tenera età di 72 anni. Il coniuge di anni ne ha 79. I due sono sposati da poco meno di 50 anni: diciamo che è stata una procreazione matura, avvenuta con ovuli di una donatrice anonima (c’è da crederci) con lo sperma del marito (complimenti!). Il nome che i giovani sposi hanno scelto per il bambino? Pensate un po’: Armaan, “desiderio”.  (altro…)

Share
Bensvegliati: la legge Cirinnà lascia ai magistrati libertà d’azione

Bensvegliati: la legge Cirinnà lascia ai magistrati libertà d’azione

Il testo sulle unioni consente ai giudici di concedere l’adozione anche alle coppie omosessuali. Indagine su una supplenza

di Alfredo Mantovano | Il Foglio 17 Maggio 2016

Duole riconoscerlo: la senatrice Cirinnà ha ragione. Dopo il voto della legge sulle unioni civili vari esponenti di Area Popolare hanno vantato l’esclusione della stepchild adoption, cioè della possibilità del convivente di diventare genitore adottivo del figlio biologico dell’altro convivente dello stesso sesso. Una possibilità introdotta per la prima volta per via giudiziaria dalla sentenza n. 299 del 30 giugno 2014 del Tribunale per i minorenni di Roma, seguita da (poche) pronunce dello stesso e di qualche altro ufficio giudiziario. Nel fine settimana il ministro Costa è andato oltre: ha spiegato che “prima sulla stepchild adoption c’era un vuoto”, che la giurisprudenza ha provato a colmare. Ma ha aggiunto che adesso non è più così: “C’è una norma chiara che la esclude – sempre sue parole – a maggior ragione alla luce dei lavori parlamentari. E quindi mi attendo di vedere chiusa una fase di giurisprudenza creativa”. La senatrice Cirinnà gli ha risposto che è vero il contrario, e ha richiamato in proposito il comma 20 dell’articolo unico della legge che porta il suo nome. Con tutto il rispetto per il ministro: a) prima della legge non c’era alcun vuoto normativo, vi è stata invece una esegesi arbitraria di qualche giudice; b) la nuova legge ha consacrato questa giurisprudenza minoritaria, proprio “alla luce dei lavori parlamentari”; c) nella medesima direzione va l’intero sistema introdotto dalla legge Cirinnà.

(altro…)

Share
Unioni civili: centro Livatino, giusta la lettura di Bagnasco

Unioni civili: centro Livatino, giusta la lettura di Bagnasco

bagnasco(ANSA) – ROMA, 17 MAG – “Sulla legge Cirinnà é corretta la lettura del cardinal Bagnasco, non quella del ministro Alfano”.
 A dichiararlo é il presidente del Centro Studi Livatino Mauro Ronco secondo cui anche se la legge italiana sulle unioni civili non lo prevede basterà fare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’ Uomo e alla Corte Costituzionale per arrivare alla step child adoption e all’ utero in affitto. (altro…)
Share
Unioni civili. Sarà difficile spiegare il benestare del governo al suicidio demografico

Unioni civili. Sarà difficile spiegare il benestare del governo al suicidio demografico

renzi-ansa

Articolo di Alfredo Mantovano apparso su Tempi il 16 maggio 2016.

C’è la propaganda, che spesso diventa demagogia. Poi ci sono i gesti concreti, istituzionalmente significativi. La propaganda non lascia spazio a ragionamenti: «La legge Cirinnà avrà (…) il pregio di colmare una lacuna che ha condannato il nostro paese in coda all’Europa negando finora, nella Patria del diritto, i diritti di alcuni perché considerati diversi»; così il Sole 24 Ore annunciava domenica scorsa l’imminente approvazione della legge. A conferma che quando c’è di mezzo l’ideologia in coda a tutto (non solo all’Europa) finisce il rispetto della verità: i soli diritti che l’ordinamento non riconosce a una coppia non sposata – dello stesso o di diverso sesso – sono l’adozione, la reversibilità e la legittima nella successione; tutto il resto c’è! (altro…)

Share

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close