Il caso “Lituania” e la deriva secolarista della Corte EDU

Il caso “Lituania” e la deriva secolarista della Corte EDU

A primo commento della sentenza sul caso Sekmadienis Ltd. vs Lituania, datata 30 gennaio 2018, della Corte EDU, sul conflitto fra la libertà di espressione e la libertà di religione, relativo alla sanzione irrogata dal Governo lituano all’agenzia pubblicitaria “Sekmadienis Ltd”  per aver utilizzato con modalità (altro…)

Share
La Lituania sanzionata per aver multato la blasfemia

La Lituania sanzionata per aver multato la blasfemia

Pubblichiamo la sentenza della IV sezione della Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo, nel caso Sekmadienis Ltd v. Lithuania, del 30 gennaio 2018. Essa condanna la Lituania per aver multato un’impresa per una pubblicità blasfema, le cui immagini sono state ampiamente riportate in questi giorni (altro…)

Share
Charlie, Alta Corte e CEDU: da culla del diritto a culle senza diritti

Charlie, Alta Corte e CEDU: da culla del diritto a culle senza diritti

E’ certamente positivo che oggi l’Alta Corte inglese riconosca ai genitori di Charlie Gard quella possibilità di esprimersi che pareva loro irrevocabilmente negata. Quel che sorprende, tuttavia, di fronte alla motivazione del rinvio della decisione a giovedì, è la concezione quasi “proprietaria” che sembra emergere: l’oggetto del giudizio (altro…)

Share
Corte europea dei diritti dell’uomo: non c’è obbligo di introdurre il matrimonio tra persone dello stesso sesso

Corte europea dei diritti dell’uomo: non c’è obbligo di introdurre il matrimonio tra persone dello stesso sesso

Pubblichiamo la traduzione, curata in esclusiva per il nostro sito dall’avv. Stefano Nitoglia, della sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo – sez. V del 9 giugno 2016 Chapin e Charpentier vs Francia sulla non obbligatorietà, alla stregua della Convenzione europea per il diritti dell’uomo, di introdurre nella legislazione interna dei singoli Stati il matrimonio fra persone dello stesso sesso. Al più presto faremo seguire un commento.

*** (altro…)

Share
Cerrelli e Introvigne (Sì alla famiglia): «Sentenza europea sulle unioni gay. Perché l’Italia non ha presentato appello?»

Cerrelli e Introvigne (Sì alla famiglia): «Sentenza europea sulle unioni gay. Perché l’Italia non ha presentato appello?»

Il governo italiano non ha presentato appello contro la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo «Oliari e altri contro Italia» del 21 luglio 2015, che condanna l’Italia per il mancato riconoscimento delle convivenze omosessuali. Il termine per l’appello è scaduto il 21 ottobre e la sentenza è ora diventata definitiva. «Si tratta – (altro…)

Share
La Corte di Strasburgo dà ragione all’Italia che vieta la  ricerca sugli embrioni

La Corte di Strasburgo dà ragione all’Italia che vieta la ricerca sugli embrioni

Luci e ombre di una sentenza europea

La Grande Camera della Corte Europea dei diritti dell’Uomo, con una sentenza depositata il 27 agosto scorso nel caso Parrillo contro Italia, ha respinto il ricorso di una cittadina italiana che si era vista rigettare, dai giudici italiani, sulla base della l. 40/2004, la propria richiesta di donazione per fini di ricerca scientifica degli embrioni crioconservati e si era, quindi, rivolta alla giustizia europea. (altro…)

Share

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close