fbpx
Ripartire dall’Europa, ripensare l’Unione

Ripartire dall’Europa, ripensare l’Unione

Mercoledì 15 maggio 2024, nella sala Capitolare presso il chiostro del Convento di Santa Maria Sopra Minerva presso il Senato della Repubblica, in Piazza della Minerva 38, alle ore 14,30, si terrà il convegno “Ripartire dall’Europa, ripensare l”Unione”.

(altro…)
Mani pulite.Trent’anni dopo

Mani pulite.Trent’anni dopo

Premessa

Nei primi anni ’90 del secolo scorso nel periodo che venne definito retoricamente delle ‘mani pulite’ era vivace tra i giuristi la discussione in ordine ai metodi utilizzati da alcune Procure della Repubblica per ottenere la confessione degli indagati allo scopo di trovare prove nei confronti di persone più elevate nella scala gerarchica delle attività imprenditoriali svolte. Il metodo era: delazione contro premiazione. Se tu propali accuse nei confronti di persone che ti sono prossime nella tua professione o impresa – meglio se sono a te superiori – io ti prometto di salvaguardati il più possibile dalle conseguenze dei reati in cui tu stesso risulterai coinvolto.

(altro…)
Il Centro Studi Livatino deposita l’Opinione, come Amicus Curiae, nel giudizio di costituzionalità sull’art. 580 c.p.

Il Centro Studi Livatino deposita l’Opinione, come Amicus Curiae, nel giudizio di costituzionalità sull’art. 580 c.p.

In G.U. 13 marzo 2024 è stata pubblicata l’ordinanza del 17 gennaio 2024 del Tribunale di Firenze (Sez. Gip), con cui è sollevata q.l.c.«dell’art. 580 c.p., come modificato dalla sentenza n. 242 del 2019 della Corte costituzionale, nella parte in cui richiede che la non punibilità di chi agevola l’altrui suicidio sia subordinata alla circostanza che l’aiuto sia prestato a una persona “tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale”, per contrasto con gli artt. 2, 3, 13, 32 e 117 Cost., quest’ultimo in riferimento agli artt. 8 e 14 della Convenzione EDU».

(altro…)
Rosario Livatino e Takashi Paolo Nagai, il fascino di due uomini indivisi che cambiano la storia

Rosario Livatino e Takashi Paolo Nagai, il fascino di due uomini indivisi che cambiano la storia

Quando ho visto la mostra di Livatino al Meeting di Rimini, la cosa che mi ha più colpito è stata la sua testimonianza di uomo e di cristiano nella professione. Integrale, certa, sofferta ma lieta. Ogni nostro gesto professionale (e noi medici lo sappiamo bene) come ogni scelta anche piccola quotidiana dice della nostra concezione di uomo. Livatino brillava della bellezza di un uomo indiviso e questa è la testimonianza che gli uomini sempre riconoscono e, anche inconsapevolmente, cercano. Così è stato per me anche l’incontro con la storia del medico giapponese pioniere della radiologia Takashi Paolo Nagai e di sua moglie Midori che ora, come ha segnato la mia vita, sta toccando tanti cuori nei 5 continenti!

(altro…)
Stop del Consiglio regionale del Piemonte alla legge sul suicidio assistito

Stop del Consiglio regionale del Piemonte alla legge sul suicidio assistito

Con Comunicato diffuso il 21 marzo 2024, il Consiglio Regionale della Regione Piemonte ha reso noto che con 23 sì, 12 no, un astenuto e un non votante il Consiglio regionale piemontese ha approvato la pregiudiziale di costituzionalità posta dal presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia alla Proposta di legge di iniziativa popolare in tema n. 295 su procedure e tempi per l’assistenza sanitaria regionale al suicidio medicalmente assistito ai sensi e per effetto della sentenza della Corte costituzionale 242/2019, che non è stata quindi discussa.

(altro…)
Fine vita: il diritto al suicidio è estraneo alla lettera e allo spirito della Costituzione

Fine vita: il diritto al suicidio è estraneo alla lettera e allo spirito della Costituzione

Alcuni recenti interventi in tema di “fine-vita” offrono l’occasione di segnare alcuni punti che riteniamo fermi. Concordiamo con l’affermazione del Presidente della Corte costituzionale, prof. Barbera, del 18 marzo, secondo cui «in un sistema costituzionale fondato sulla separazione dei poteri» è necessario un «rigoroso (…) rispetto delle decisioni delle sedi parlamentari»”.

(altro…)
Perché in italia la sicurezza è ancora una speranza (anche nei luoghi di lavoro)

Perché in italia la sicurezza è ancora una speranza (anche nei luoghi di lavoro)

È impossibile per un uomo imparare ciò che già crede di sapere
(Epitteto, I secolo)

Il peggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza, ma l’illusione della conoscenza
(Daniel J. Boorstin[1], 1995, aforisma erroneamente attribuito a Stephen Hawking)

Perché un Paese come l’Italia, con un invidiabile sviluppo civile ed industriale, paga un così alto tributo di sangue (e di salute) nei luoghi di lavoro?

(altro…)