Associazioni cattoliche ringraziano papa Francesco per la difesa della vita

Associazioni cattoliche ringraziano papa Francesco per la difesa della vita

Ringraziamo Papa Francesco per le parole che Egli ha pronunciato per difendere il diritto alla vita dei bambini non ancora nati. Sono parole autorevoli quelle di Papa Francesco, che ha fatto dell’attenzione ai poveri e agli ultimi la linea conduttrice del Suo Pontificato. Sono parole efficaci, perché Egli è molto amato anche nelle periferie del mondo e negli ambienti in cui è maggiormente diffusa una cultura aperta all’aborto.

Lo ringraziamo a nome di tutte le associazioni, gruppi e movimenti di impegno cristiano e sociale che spendono la loro opera in difesa della vita e soprattutto delle migliaia di volontari per la vita, che si sentono incoraggiati dalla vicinanza loro espressa da Papa Francesco.

Lo ringraziamo a nome delle donne, che ascoltando le Sue parole si sentiranno incoraggiate nella decisione di accogliere il figlio che vive nel loro grembo, ritrovando così il loro innato coraggio e la gioia della loro maternità.

Lo ringraziamo per il conforto dato a tutti i genitori che, rifiutando la cultura dello scarto, hanno accolto con amore i loro figli malati o con qualche problema.

Ringraziamo Papa Francesco perché ha collegato la riflessione sull’aborto a quella sulla pace e a quelle su ogni aggressione dell’uomo sull’uomo, perché tale collegamento dimostra che la questione dell’aborto non potrà essere considerata chiusa dalla sua legalizzazione.

Rinnoviamo l’espressione della nostra fedeltà e del nostro affetto verso il Santo Padre Francesco.

Associazione Difendere la Vita con Maria (Don Maurizio Gagliardini)
Associazione Giuristi Cattolici Italiani (Francesco D’Agostino)
Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici (Pino Noia)
Associazione Italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici (Tonino Cantelmi)
Associazione Medici Cattolici Italiani (Filippo Boscia)
Associazione Nazionale Famiglie Numerose (Mario Sberna)
Associazione Papa Giovanni XXIII (Giovanni Ramonda)
Associazione Scienza e Vita (Alberto Gambino)
Centro Studi Livatino (Mauro Ronco)
Comitato Difendiamo i Nostri Figli (Massimo Gandolfini)
Federazione Europea Medici Cattolici (Vincenzo Defilippis)
Forum Sociosanitario (Aldo Bova)
Movimento per la Vita Italiano (Marina Casini Bandini)
Movimento PER Politica Etica Responsabilità (Olimpia Tarzia)
Pro-Vita (Toni Brandi)
Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici (Francesco Bellino)
Unione Cattolica Farmacisti Italiani (Piero Uroda)

 

 

Share
La Chiesa continuerà sempre a combattere contro le legislazioni abortiste

La Chiesa continuerà sempre a combattere contro le legislazioni abortiste

Riceviamo da S.Ecc. Mons Giampaolo Crepaldi, e con gratitudine pubblichiamo, la puntuale riflessione che segue sul referendum irlandese in tema di aborto e sulla legge italiana 194/78.

Dichiarazione dell’Arcivescovo Giampaolo Crepaldi nel 40mo anniversario della legge 194 e all’indomani del referendum in Irlanda

Nei giorni scorsi, precisamente il 22 maggio 2018, è ricorso il quarantesimo anniversario dell’approvazione da parte del Parlamento italiano della legge 194 che ha introdotto nell’ordinamento del nostro Paese l’interruzione volontaria della gravidanza, ossia l’aborto. (altro…)

Share
Irlanda: dall’abrogazione dell’8° emendamento alla legge abortista prossima ventura

Irlanda: dall’abrogazione dell’8° emendamento alla legge abortista prossima ventura

* in esclusiva per questo sito *

Dopo il “sì” al divorzio, dunque, giunto all’esito del referendum indetto nel 1995, e quello al matrimonio tra persone dello stesso sesso, di soli tre anni fa, l’Irlanda compie un nuovo, “attesissimo passo avanti”, nel cammino verso la “modernizzazione” in senso laicista delle sue istituzioni, epifenomeno chiaro di un cambiamento ben più profondo in atto nel Paese, rinviante ad un processo di secolarizzazione che sta investendo la cultura e il sentire morale di un popolo, anche grazie alle iniziative, considerevoli e ben note, messe in campo dall’attivismo lobbista internazionale (altro…)

Share
I ciechi d’Irlanda. Cede anche l’Irlanda: sì all’aborto

I ciechi d’Irlanda. Cede anche l’Irlanda: sì all’aborto

Articlo di Alfredo Mantovano, pubblicato il 27 maggio 2018 su Tempi

Per un singolare paradosso, dopo il voto di venerdì la “cattolica Irlanda” appare ancora più vicina all’odiata Inghilterra che decreta la morte di un bambino di 23 mesi perché disabile, che a Nazioni più distanti geograficamente – penso alla Polonia o all’Ungheria -, al cui interno la sensibilità pro life cresce e trova interessanti sponde politiche. A Dublino le sponde politiche sono invece cadute: quel Leo Varadlcar che oggi, da primo ministro, (altro…)

Share
Bocciata la legge regionale della Puglia contro l’obiezione di coscienza

Bocciata la legge regionale della Puglia contro l’obiezione di coscienza

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:
 
La proposta di legge “Norme in materia di concreta attuazione della legge 194/78”, avanzata dal gruppo LeU, puntava a obbligare la Regione Puglia ad aggirare il diritto all’obiezione di coscienza per il personale medico e paramedico previsto dalla legge 194 attraverso la creazione di liste di medici obiettori, concorsi per non obiettori, misure amministrative (trasferimenti ed altro) in danno del personale obiettore.

(altro…)

Share
Mantovano: “L’aborto e un bilancio della legge 194 (con milioni di bimbi soppressi)”

Mantovano: “L’aborto e un bilancio della legge 194 (con milioni di bimbi soppressi)”

Intervista ad Alfredo mantovano di Mario Bozzi Sentieri, pubblicata il 17 maggio 2018 sul sito Barbadillo.

Approvate dal Senato il 18 maggio 1978 e pubblicate sulla  “Gazzetta Ufficiale” il 22 maggio dello stesso anno, le norme sulla cosiddetta Interruzione Volontaria di Gravidanza (IVG) furono, a metà degli  Anni Settanta del ‘900,  il risultato di una martellante campagna di comunicazione/mobilitazione, patrocinata dal Partito Radicale e dal settimanale “L’Espresso”, diventato l’organo  di una cultura abortista dai tratti provocatori.  (altro…)

Share