fbpx
La tutela del concepito tra diritto romano e Costituzione ungherese

La tutela del concepito tra diritto romano e Costituzione ungherese

Che cosa c’è di così intollerabile, come è stato presentato sui media, nella  decisione delle autorità ungheresi riguardanti l’informazione sulla vitalità del concepito per la gestante che intende abortire? Vi è di sicuro coerenza con la Costituzione in vigore dal 2011 nella nazione magiara e con una tradizione romanistica di protezione del nascituro.

(altro…)
Aborto a San Marino, quando l’ideologia si mostra patetica

Aborto a San Marino, quando l’ideologia si mostra patetica

Nella serata di ieri, 31 agosto, la piccola Repubblica ha approvato la legge sull’aborto con 32 voti a favore, 7 contrari, 10 astenuti e 10 assenti. Essa in parte copia la 194, in parte la peggiora. Alla base di questa normativa non vi è alcuna esigenza, se non ideologica.

(altro…)
La pubblicità abortiva in Germania non è più reato

La pubblicità abortiva in Germania non è più reato

A differenza di quanto sostenuto anche da media italiani, l’abrogazione del divieto di tale pubblicità, disposta a luglio dal Parlamento tedesco, non consiste né nella eliminazione di una disciplina nazista, poiché invece la norma incriminatrice risale alla metà degli anni 1970, quando governavano i socialdemocratici, né nel riconoscimento della possibilità di abortire, che invece in territorio tedesco esiste dalla medesima epoca, grosso modo in coincidenza all’approvazione in Italia della legge 194. 

(altro…)
I cattolici e l’aborto: non può conciliarsi l’inconciliabile

I cattolici e l’aborto: non può conciliarsi l’inconciliabile

Ancora a margine della sentenza della Corte Suprema USA Dobbs v. Jackson del 24 giugno 2022, su cui su questo sito https://www.centrostudilivatino.it/ancora-su-dobbs-v-jackson-aborto-e-costituzione/ e https://www.centrostudilivatino.it/la-corte-suprema-usa-e-laborto-una-pronuncia-di-civilta/), pubblichiamo oggi l’intervento di Pietro Dubolino, presidente di sezione emerito della Corte di Cassazione, che confronta i suoi esiti con la sostanza della legge italiana sull’aborto, e con le posizioni espresse da alcune testate giornalistiche di area ecclesiale.

(altro…)
Ancora su Dobbs v. Jackson: aborto e Costituzione

Ancora su Dobbs v. Jackson: aborto e Costituzione

Proseguendo nelle riflessioni a margine della sentenza della Corte suprema degli USA del 24 giugno 2022 (su cui https://www.centrostudilivatino.it/la-corte-suprema-usa-e-laborto-una-pronuncia-di-civilta/), interviene oggi il prof Mauro Giovannelli, avvocato del foro di Firenze, con importanti esperienze istituzionali e accademiche, nell’auspicio che il dibattito si sviluppi con franchezza, ma senza i non pochi anatemi finora ascoltati: tanto urlati quanto ignari del contenuto della decisione.

(altro…)