fbpx
Perché negli Stati Uniti l’aborto lo decidono gli Stati 3/3

Perché negli Stati Uniti l’aborto lo decidono gli Stati 3/3

Un’affermazione di Donald Trump ‒ di suo ovvia e scontata ‒ si trasforma in una fake news, ma offre l’occasione per comprendere come l’aborto sia penetrato negli Stati Uniti, come si sia iniziato a debellarlo e quale sia il profilo giuridico del Paese più importante del mondo.

(altro…)
Perché negli Stati Uniti l’aborto lo decidono gli Stati 2/3

Perché negli Stati Uniti l’aborto lo decidono gli Stati 2/3

Un’affermazione di Donald Trump ‒ di suo ovvia e scontata ‒ si trasforma in una fake news, ma offre l’occasione per comprendere come l’aborto sia penetrato negli Stati Uniti, come si sia iniziato a debellarlo e quale sia il profilo giuridico del Paese più importante del mondo.

(altro…)
Perché negli Stati Uniti l’aborto lo decidono gli Stati 1/3

Perché negli Stati Uniti l’aborto lo decidono gli Stati 1/3

Un’affermazione di Donald Trump ‒ di suo ovvia e scontata ‒ si trasforma in una fake news, ma offre l’occasione per comprendere come l’aborto sia penetrato negli Stati Uniti, come si sia iniziato a debellarlo e quale sia il profilo giuridico del Paese più importante del mondo.

(altro…)
L’aborto non può essere un diritto. E scriverlo in Costituzione è un oltraggio per la ragione naturale e la morale

L’aborto non può essere un diritto. E scriverlo in Costituzione è un oltraggio per la ragione naturale e la morale

1. Non posso astenermi dal deplorare pubblicamente l’ingiustizia morale e giuridica della legge che la Repubblica francese ha promulgato l’8 marzo 2024 che proclama essere l’aborto un diritto costituzionale. L’introduzione di tale «diritto» è avvenuta con l’inserzione nell’art. 34 della Costituzione della seguente frase: “La loi détermine les conditions dans lesquelles s’exerce la liberté garantie à la femme d’avoir recours à une interruption volontaire de grossesse”.

(altro…)
La tutela del concepito tra diritto romano e Costituzione ungherese

La tutela del concepito tra diritto romano e Costituzione ungherese

Che cosa c’è di così intollerabile, come è stato presentato sui media, nella  decisione delle autorità ungheresi riguardanti l’informazione sulla vitalità del concepito per la gestante che intende abortire? Vi è di sicuro coerenza con la Costituzione in vigore dal 2011 nella nazione magiara e con una tradizione romanistica di protezione del nascituro.

(altro…)