fbpx
Quando ‘Cesare’ indossa la toga e detta regole a quel che non gli è dato

Quando ‘Cesare’ indossa la toga e detta regole a quel che non gli è dato

Con l’avv. Paolo Maci, professore a contratto di legislazione scolastica a UniPegaso, proseguiamo la riflessione iniziata ieri (cf. https://www.centrostudilivatino.it/se-la-magistratura-italiana-entra-pure-in-quel-che-compete-alla-chiesa/) sulla sentenza delle Sez. Unite civili della Corte di Cassazione n. 12442/2022, e quindi sulla vicenda che ha interessato la Pontificia Università Lateranense: al di là del caso specifico, preoccupa lo sconfinamento della magistratura e la mancata percezione del venir meno di spazi di autonomia per la Chiesa, tutelati dall’accordo concordatario. 

(altro…)
Share
Se la magistratura italiana entra pure in quel che compete alla Chiesa

Se la magistratura italiana entra pure in quel che compete alla Chiesa

Nico Tonti, dottorando di ricerca in Scienze giuridiche all’Università di Bologna, svolge considerazioni a margine della recente sentenza delle Sezioni unite civili della Corte di Cassazione n. 12442/2022, riguardante la mancata ammissione di uno studente al ciclo dottorale attivato alla PUL-Pontificia Università Lateranense. La controversia ruota attorno alla estensione della categoria ‘enti centrali’ della Chiesa cattolica, e necessita non già di un dato unilaterale dello Stato italiano, come una pronuncia giudiziaria, bensì di un approccio pattizio, per evitare l’assai discutibile ingerenza dello Stato italiano in vicende di esclusiva pertinenza ecclesiale.

(altro…)
Share
Il nuovo sì della Consulta al doppio cognome lascia in piedi tanti problemi pratici

Il nuovo sì della Consulta al doppio cognome lascia in piedi tanti problemi pratici

La Corte costituzionale è tornata ad occuparsi delle norme che regolano l’attribuzione del cognome ai figli, dichiarandone l’illegittimità per contrasto con gli articoli 2, 3 e 117 comma 1 della Costituzione, nella parte in cui non consentono ai genitori, di comune accordo, di attribuire al figlio il solo cognome della madre, e in cui prevedono l’automatica attribuzione del solo cognome paterno in caso di mancato accordo, anziché il cognome di entrambi i genitori. Può astrattamente condividersi, ai fini della piena equiparazione delle figure genitoriali, l’attribuzione di entrambi i cognomi, ma occorre domandarsi se la riforma sia davvero necessaria per la tutela dell’identità dei figli o se, piuttosto, risponda a esigenze dei soli adulti. Restano in ogni caso problemi di carattere pratico su cui è opportuno riflettere, e che non sembrano trovare soluzione nei disegni di legge attualmente in esame in Parlamento. Sull’argomento vedi anche su questo sito https://www.centrostudilivatino.it/doppio-cognome-e-davvero-una-priorita/.

(altro…)
Share
‘Legalizzare’ la prostituzione come ‘legalizzare’ la cannabis. Parola di Saviano

‘Legalizzare’ la prostituzione come ‘legalizzare’ la cannabis. Parola di Saviano

Dalla tribuna del Corriere della sera l’autore di Gomorra pontifica sulla regolarizzazione della ‘professione’ di ‘sex worker’, non considerando l’assoggettamento e lo sfruttamento verso chi oggi esercita la prostituzione. Il suo ‘verbo’ è talmente indiscutibile che a una giornalista seria come Monica Ricci Sargentini viene fatto pesantemente pagare il dissenso. Ci sono norme e strumenti per prevenire e contrastare la schiavizzazione di giovani straniere: perché non li si utilizza?

(altro…)
Share
Armi all’Ucraina e art. 11 della Costituzione

Armi all’Ucraina e art. 11 della Costituzione

Il presidente emerito di sezione della Cassazione Pietro Dubolino prosegue la riflessione (avviata con https://www.centrostudilivatino.it/guerra-giusta-quella-dellaggredito-contro-laggressore-ma-non-senza-limiti-e-condizioni/) sui termini dell’appoggio italiano alla difesa dell’Ucraina, alla luce del dettato costituzionale e di alcune dichiarazioni del presidente Zelenski. L’intervento riprende, con qualche modifica, quello pubblicato il 12 aprile dal quotidiano ‘la Verità’.

(altro…)
Share
Cartabia-nca, una riforma in favore delle correnti

Cartabia-nca, una riforma in favore delle correnti

Oggi nell’Aula della Camera inizia la discussione del disegno di legge di (parziale) riforma dell’ordinamento giudiziario, voluto dal Governo. Mentre la precedente riforma, che ha riguardato il processo penale, inizia a produrre i suoi effetti negativi, le norme oggi sottoposte all’esame dei deputati rischiano di aggravare le patologie che affliggono la magistratura – il correntismo e l’assenza di adeguate valutazioni del merito -, senza far emergere nulla che affronti i nodi centrali dell’inefficienza giudiziaria.

(altro…)
Share
Il calcio in ricerca di equilibrio finanziario nel post Covid

Il calcio in ricerca di equilibrio finanziario nel post Covid

Con l’avanzare della pandemia molti settori economici, tra cui anche quello calcistico, si sono dovuti arrendere alle stringenti norme per arginare il virus. L’effetto Covid sul calcio ha lasciato il segno, se il mercato europeo ha subito una contrazione del 13% nella stagione 2019-20, mentre i ricavi complessivi sono diminuiti di -3,7 miliardi di euro, arrivando a 25,2 miliardi di euro nella stagione 2019/20 (28,9 miliardi di euro nella stagione 2018/19). I cinque grandi campionati europei (Premier, Bundesliga, Serie A, Liga e Ligue 1) hanno registrato l’impatto finanziario più significativo, con ricavi complessivi in calo del -11% (15,1 miliardi di euro contro i 17 della precedente).

(altro…)
Share
Riusciranno i missili a farci capire che la realtà non canta ‘Imagine’?

Riusciranno i missili a farci capire che la realtà non canta ‘Imagine’?

Non diamo per scontato che questa svolta storica sia colta come provvidenziale occasione sulla deriva del mondo occidentale. Due anni di Covid e di lutti non sono serviti. Kiev, Mariupol, Leopoli non sono così dissimili da “quelle persone su cui crollò la torre di Siloe e le uccise”. Le parole di Cristo nell’occasione non hanno soltanto rilievo personale.

(altro…)
Share