La legge italiana sulle cure palliative, l’eutanasia e il DDL sulle DAT.

La legge italiana sulle cure palliative, l’eutanasia e il DDL sulle DAT.

Pubblichiamo con piacere e interesse l’intervento a margine della legge sulle dat, della Prof.ssa Giovanna Razzano, aggregato di Diritto Pubblico alla facoltà di Giurisprudenza della Sapienza di Roma, docente nei Master di cure palliative Cure palliative del Policlinico Gemelli e del Campus BioMedico di Roma. E’ uno studio importante per il merito delle valutazioni che svolge e perché riferisce del dibattito apertosi all’interno della Società italiana di cure palliative e dell’ampio e motivato dissenso rispetto a una prima presa di posizione adesiva alla legge stessa. (altro…)

Share
Le dieci ragioni per le quali la legge sulle DAT stravolge la professione medica

Le dieci ragioni per le quali la legge sulle DAT stravolge la professione medica

Documento del Centro Studi Livatino

Il Centro Studi Livatino formato da magistrati, docenti universitari, avvocati e notai, in occasione della discussione in Parlamento della p.d.l. sulle “disposizioni anticipate di trattamento”, dopo aver inviato un appello di oltre 250 giuristi a Deputati e Senatori, pubblica oggi un documento sulle gravi ricadute che le nuove norme avranno sull’esercizio della professione medica, riassumendole in 10 punti, esplicitati nelle pagine che seguono: (altro…)

Share
Appello di oltre 250 giuristi: sono chiamate “disposizioni anticipate di trattamento”, la sostanza è eutanasia

Appello di oltre 250 giuristi: sono chiamate “disposizioni anticipate di trattamento”, la sostanza è eutanasia

Il Centro Studi Livatino formato da magistrati, docenti universitari, avvocati e notai, ha inviato a tutti i Deputati e i Senatori l’appello in allegato, quale contributo all’approfondimento della proposta di legge sulle “disposizioni anticipate di trattamento”,  della quale nel pomeriggio di oggi l’Aula della Camera inizierà l’esame e il voto. (altro…)

Share
Il Consenso informato: formalità o corresponsabilità?

Il Consenso informato: formalità o corresponsabilità?

Di Roberto de Miro d’Ajeta, Avvocato a Roma (in esclusiva per questo sito)

La proposta di legge attualmente all’esame del Parlamento comunemente intitolata “Dichiarazioni” o “Disposizioni” anticipate di volontà sui trattamenti sanitari, contiene all’art. 1, in aggiunta a quanto annunciato, la definizione e regolamentazione del Consenso informato considerato addirittura come atto “fondante” la relazione di cura tra (altro…)

Share
Nessun malato sarà più al sicuro con la legalizzazione delle dat/eutanasia

Nessun malato sarà più al sicuro con la legalizzazione delle dat/eutanasia

Articolo di Francesco Farri, avvocato a Firenze, in esclusiva per il sito del Centro Studi Livatino.

E’ ingenuo pensare che la legalizzazione dell’eutanasia sia una questione di diritti civili e di rispetto della libertà dei singoli individui che vogliono morire senza soffrire. La legalizzazione dell’eutanasia individuale volontaria è solo un passaggio intermedio per forme di eutanasia generalizzate e obbligatorie.  (altro…)

Share
Disposizioni anticipate di trattamento: dibattito in Commissione del 16 marzo 2017

Disposizioni anticipate di trattamento: dibattito in Commissione del 16 marzo 2017

Giovedì 16 marzo la proposta di legge sulle d.a.t. – disposizioni anticipate di trattamento – è stata approvata dalla XII Commissione della Camera e inviate alle altre Commissioni competenti per lespressione dei pareri. Pubblichiamo il resoconto della seduta del 16, dalla quale emerge con evidenza il rifiuto dei sostenitori della proposta di approfondirne gli aspetti più problematici, con lopposizione a ogni emendamento che attenuasse la sostanza eutanasica del provvedimento. Pubblichiamo altresì il testo che viene inviato per i pareri. (altro…)

Share
APPELLO DI GIURISTI SULLE DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO

APPELLO DI GIURISTI SULLE DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO

Giovedì 16 febbraio la proposta di legge c.d. sulle d.a.t.-“disposizioni anticipare di trattamento” è stata approvata dalla XII Commissione della Camera ed è prossima all’iscrizione all’ordine del giorno dell’Aula. E’ una proposta che non adopera neanche una volta il termine eutanasia, ma che ne ha in tutto e per tutto la sostanza. (altro…)

Share