La libertà religiosa conculcata

La libertà religiosa conculcata

TAR Emilia Romagna: a scuola niente invocazioni della protezione divina

Pubblichiamo un breve commento alla recente sentenza n. 166/2016 del TAR Emilia Romagna, già riportata per esteso sul nostro sito, redatto dall’Avv. Daniela Bianchini, componente del Consiglio Direttivo del Centro Studi Rosario Livatino, con la quale i giudici amministrativi, accogliendo un ricorso presentato nel 2015 da un gruppo di genitori ed insegnanti dell’istituto comprensivo 20 di Bologna e dal Comitato Bolognese Scuola e Costituzione, ha annullato una deliberazione del Consiglio di Istituto (la n. 50 del 9 febbraio 2015) con cui era stata concessa l’apertura dei locali scolastici per le benedizioni pasquali. (altro…)

Share
Tar: niente benedizioni a scuola

Tar: niente benedizioni a scuola

Pubblichiamo la sentenza n. 166/2016 del TAR Emilia Romagna che, su ricorso di un gruppo di genitori, ha annullato la delibera con cui il Consiglio di Istituto dell’Istituto comprensivo n. 20 di Bologna aveva concesso l’apertura dei locali scolastici  per le benedizioni pasquali richieste dai parroci del territorio.
Secondo il TAR “non v’è spazio (nelle scuole), per riti religiosi riservati per loro natura alla sfera individuale dei consociati”. (altro…)

Share
CONSIGLIO DI STATO: SOSPESO IL DECRETO CHE IMPEDISCE L’OBIEZIONE DI COSCIENZA PER I GINECOLOGI

CONSIGLIO DI STATO: SOSPESO IL DECRETO CHE IMPEDISCE L’OBIEZIONE DI COSCIENZA PER I GINECOLOGI

Pubblichiamo l’ordinanza del 5 febbraio con la quale il Consiglio di Stato ha sospeso l’efficacia di parte del decreto del commissario ad acta / presidente della regione Lazio Zingaretti, col quale si prevedeva che anche i medici
obiettori di coscienza operanti nei consultori della regione Lazio fossero obbligati a rilasciare la certificazione necessaria per l’interruzione volontaria di gravidanza. Questo sito se ne è interessato al momento del varo del decreto. (altro…)

Share
SENTENZA DEL TAR DEL LAZIO SULLE TARIFFE DEGLI ASILI NIDO DI ROMA

SENTENZA DEL TAR DEL LAZIO SULLE TARIFFE DEGLI ASILI NIDO DI ROMA

 Pubblichiamo la sentenza, depositata il 2 febbraio 2015, con la quale il Tar del Lazio ha accolto il ricorso dei numerosi genitori che a Roma avevano impugnato la delibera della Giunta del Comune di innalzamento delle tariffe per l’iscrizione agli asili nido e di eliminazione del bonus dal 3° figlio in poi. È una vittoria del “popolo dei passeggini”, come è stato (altro…)

Share
TAR DEL LAZIO: ORDINANZA DI SOSPENSIONE PER GLI AUMENTI ALLE TARIFFE DEGLI ASILI-NIDO

TAR DEL LAZIO: ORDINANZA DI SOSPENSIONE PER GLI AUMENTI ALLE TARIFFE DEGLI ASILI-NIDO

Il 22 ottobre il Tar del Lazio ha dato ragione a un nutrito gruppo di genitori, che avevano impugnato la delibera del Comune di Roma, di aumento delle rette di iscrizione agli asili-nido della Capitale, e di esclusione del bonus – precedentemente previsto – per il terzo figlio iscritto. È una grande vittoria delle famiglie romane, che già il 4 ottobre avevano manifestato portando nella piazza del Campidoglio un migliaio di passeggini vuoti. L’iniziativa del ricorso e della manifestazione è del consigliere comunale di Roma Gigi De Palo. L’ordinanza del Tar è provvisoria, e il giudizio definitivo arriverà a gennaio, ma testimonia che quando vi è un impegno serio i risultati non mancano.

Share